Aliveda

Fieno Greco, Reishi e Colesterolo  

Il colesterolo è una sostanza lipidica presente nel nostro corpo e fondamentale per la costruzione delle membrane cellulari, la produzione di ormoni e la sintesi della vitamina D. Tuttavia, livelli elevati di colesterolo nel sangue, in particolare di colesterolo LDL (lipoproteine a bassa densità), spesso associati allo stile di vita moderno e a una dieta sbilanciata, possono aumentare il rischio di disturbi cardiovascolari come l’aterosclerosi, che porta all’accumulo di placche nelle arterie. [1]

Le malattie cardiovascolari sono una delle principali cause di morte nel mondo e una gestione efficace del colesterolo è essenziale per ridurre questo rischio. Oltre ai farmaci prescritti, ci sono anche rimedi naturali che possono contribuire a mantenere livelli di colesterolo sani.

Andiamo a scoprire i benefici del Fieno greco e del Reishi in questo contesto:

Il fieno greco, una pianta erbacea nota scientificamente come Trigonella foenum-graecum, è utilizzato da secoli in diverse tradizioni medicinali per le sue proprietà benefiche. Tra le sue molteplici applicazioni, il fieno greco è noto per il suo potenziale nell’aiutare a ridurre i livelli di colesterolo grazie alla presenza di fibre solubili e saponine. La sua capacità di influenzare positivamente il metabolismo lipidico lo rende un rimedio naturale studiato per favorire la gestione del colesterolo e promuovere la salute cardiovascolare.

In uno studio, 114 pazienti affetti da diabete di tipo 2 e con valori di colesterolo e trigliceridi alterati, sono stati arruolati per valutare l’attività del fieno greco su questi parametri e la condizione di vita generale di questi pazienti. [3]

In particolare, i pazienti sono stati randomizzati in due gruppi: “trattamento” e “placebo”. 

Il primo gruppo è stato trattato con 25 mg al giorno di polvere di fieno per 30 giorni, il secondo gruppo invece, sempre per 30 giorni, ha ricevuto un placebo. Da sottolineare che né i pazienti né medici erano a conoscenza del trattamento assegnato a ciascun soggetto dello studio. 

I parametri sopra menzionati sono stati valutati al momento dell’inizio dello studio (baseline) e dopo i 30 giorni di trattamento. 

Nei grafici in figura 1, è possibile osservare come sono cambiati i parametri sotto studio a seguito del trattamento. 

Possiamo notare che all’inizio del trattamento non c’era differenza tra i due gruppi per tutti i parametri riportati: trigliceridi, colesterolo LDL e HDL. 

Dopo 30 giorni, osserviamo invece una riduzione marcata dei trigliceridi per i pazienti trattati con fieno greco e una leggera riduzione invece per il gruppo placebo [A]. 

Allo stesso modo, anche il colsterolo LDL, o colesterolo cattivo, diminuisce in modo più marcato nel gruppo dei trattati rispetto al placebo [C]. 

Infine, il colesterolo HDL, o colesterolo buono, che spesso è ridotto nei pazienti affetti da diabete di tipo 2 o che presentano “sindrome metabolica”, aumenta in maniera più marcata nel gruppo dei trattati rispetto al gruppo placebo [B]. L’aumento di questo parametro rappresenta quindi un beneficio per questi pazienti. [3]

Figura 1. Effetto del trattamento con Fieno greco 25 (mg) al giorno per 30 giorni e placebo, in un  gruppo di pazienti affetti da diabete di tipo due, su: trigliceridi totali (A), colesterolo HDL (B) e LDL (C).

Questo studio dimostra che il fieno greco, in pazienti affetti da diabete di tipo 2, con parametri lipidici notevolmente alterati, ha la capacità di ridurre i livelli di trigliceridi e di colesterolo LDL e allo stesso tempo aumentare la quantità di colesterolo HDL.

Benefici del Reishi:

Il Reishi invece, conosciuto anche come Ganoderma lucidum, è un fungo medicinale noto per le sue proprietà curative. Numerosi studi ne hanno evidenziato il suo potenziale nell’influenzare positivamente i livelli di colesterolo nel sangue. Le sostanze bioattive presenti nel Reishi, come i triterpeni e i polisaccaridi, sono state associate alla capacità di ridurre il colesterolo LDL e i trigliceridi, contribuendo così alla promozione della salute cardiovascolare. [4]

Una review, prendendo in esame studi su modelli animali, ha evidenziato la capacità del reishi di ridurre la pressione e la glicemia, e di modulare positivamente il profilo lipidico, in particolare riducendo colesterolo LDL e trigliceridi e aumentando invece il colesterolo HDL. ]4] 

Sono stati condotti anche diversi studi clinici per supportare questi effetti e, anche se in maniera meno marcata, rispetto agli studi sui modelli animali, hanno dimostrato alcuni degli effetti sopra riportati. [5]

In ultimo possiamo affermare che fieno greco e reishi, grazie ai componenti bioattivi in essi presenti, sono in grado di agire positivamente sulla salute cardiovascolare, normalizzando il profilo lipidico e la glicemia riportandoli a livelli più fisiologici e salutari. 

Inoltre, utilizzare prodotti contenenti sia fieno greco che reishi, permetterebbe di sfruttare la sinergia funzionale e biochimica dei vari componenti, aumentando quindi l’effetto finale e quindi l’efficacia nella gestione dei parametri sopracitati. 

Fonti: 

  1. Luo J, Yang H, Song BL. Mechanisms and regulation of cholesterol homeostasis. Nat Rev Mol Cell Biol. 2020 Apr;21(4):225-245. doi: 10.1038/s41580-019-0190-7. Epub 2019 Dec 17. PMID: 31848472.
  1. https://www.who.int/health-topics/cardiovascular-diseases#tab=tab_1
  1. Geberemeskel GA, Debebe YG, Nguse NA. Antidiabetic Effect of Fenugreek Seed Powder Solution (Trigonella foenum-graecum L.) on Hyperlipidemia in Diabetic Patients. J Diabetes Res. 2019 Sep 5;2019:8507453. doi: 10.1155/2019/8507453. PMID: 31583253; PMCID: PMC6748210.
  1. Ekiz, E.; Oz, E.; Abd El-Aty, A.M.; Proestos, C.; Brennan, C.; Zeng, M.; Tomasevic, I.; Elobeid, T.; Çadırcı, K.; Bayrak, M.; et al. Exploring the Potential Medicinal Benefits of Ganoderma lucidum: From Metabolic Disorders to Coronavirus Infections. Foods 202312, 1512. https://doi.org/10.3390/foods12071512
  1. Klupp NL, Kiat H, Bensoussan A, Steiner GZ, Chang DH. A double-blind, randomised, placebo-controlled trial of Ganoderma lucidum for the treatment of cardiovascular risk factors of metabolic syndrome. Sci Rep. 2016 Aug 11;6:29540. doi: 10.1038/srep29540. PMID: 27511742; PMCID: PMC4980683.

Le seguenti informazioni rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. E’ sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Altri Articoli

Hai bisogno
di informazioni?

Scrivici

I nostri

contatti

Benvenuti nell'Area Professionisti! Ora puoi accedere a delle informazioni esclusive all'interno della scheda di ogni prodotto.