Aliveda

Vitamine

Le vitamine sono micronutrienti, necessarie in ridottissime quantità per soddisfare le richieste biologiche dell’organismo. Alcune sono prodotte autonomamente dal corpo ma la maggior parte devono essere introdotte con l’alimentazione. Le vitamine sono coinvolte in numerosissime reazioni e processi metabolici e possono contribuire allo sviluppo e al corretto funzionamento di tessuti e organi; alcune di esse, inoltre, possiedono importanti proprietà antiossidanti. In particolare, le vitamine sono fondamentali coenzimi nelle reazioni della glicolisi e del ciclo di Krebs, due delle più importanti vie per la produzione di energia; inoltre, sostengono la buona salute di ossa, capelli, denti e il corretto funzionamento del sistema nervoso e degli occhi.

La carenza di vitamine può portare a conseguenze più o meno gravi, fino all’insorgere di vere e proprie malattie, dunque in tutte quelle situazioni in cui l’apporto di vitamine non è sufficiente a soddisfare le esigenze dell’organismo, può essere utile ricorrere alla loro integrazione con specifici integratori alimentari.

Un ricostituente vitaminico è utile come sostegno durante la convalescenza, quando le difese immunitarie sono più basse e l’inappetenza porta ad un ridotto apporto di nutrienti; è utile in caso di astenia, tipica dei cambi di stagione o dei periodi particolarmente stressanti e in caso di disequilibri intestinali dovuti a malanni di stagione o terapie antibiotiche che danneggiano la flora batterica, fondamentale per la sintesi e l’assorbimento di alcuni nutrienti. Altri casi di utilità di un prodotto multivitaminico sono i casi di ridotto apporto o ridotto assorbimento di nutrienti, come in conseguenza dell’inappetenza tipica degli anziani, le diete vegane, le diete vegetariane o comunque tutti i casi di alimentazione scorretta e non equilibrate che determinano una ridotta assunzione di vitamine dal cibo. Infine, l’integrazione di vitamine è utile nel caso di assunzione cronica di farmaci che ne contrastano l’assorbimento o ne determinano un maggior consumo a livello metabolico, come la pillola anticoncezionale, i farmaci contro il diabete, farmaci anti-infiammatori non steroidei e altri.

Una particolare applicazione di un integratore multivitaminico è l’iperomocisteinemia, un accumulo di questo aminoacido, causata da problemi di natura genetica o nutrizionale; in particolare, l’iperomocisteinemia deriva da una carenza di vitamine B12, B6 ed acido folico ed è correlata al rischio di malattie cardiache e neurologiche. L’acido folico è un donatore di gruppi metilici nella reazione di conversione dell’omocisteina a metionina, mentre la vitamina B12 è cofattore di questa stessa reazione. Appare dunque chiara la correlazione tra la somministrazione di un multivitaminico a base di folati e vitamine del gruppo B nella possibilità di ridurre in modo significativo i livelli plasmatici di omocisteina.

Le seguenti informazioni rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. E’ sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Altri Articoli

Hai bisogno
di informazioni?

Scrivici

I nostri

contatti

Benvenuti nell'Area Professionisti! Ora puoi accedere a delle informazioni esclusive all'interno della scheda di ogni prodotto.